Besan cheela e dahl di lenticchie rosse per il nuovo libro dell’MTChallenge


Nota come gram flour, la farina di ceci è un ingrediente molto diffuso nella cucina indiana, impiegato in centinaia di preparazione, dolci compresi. Le donne la utilizzano anche per fare maschere di bellezza e profumatissimi scrub. In lingua indi la parola besan è l’equivalente di gram flour, invece il termine cheela sta ad indicare una specie di crêpe vegetariana molto speziata. In India le besan cheela rappresentano una sostanziosa colazione oppure uno spuntino da gustare in qualsiasi momento della giornata, spesso abbinate a salse, chutney o dahl, diventando così un pasto completo ricco di proteine vegetali. Il dahl è una preparazione a base di lenticchie, ne esistono numerose varianti giustificate innanzitutto dal fatto che in India ci sono circa sessanta varietà di lenticchie; maggiormente diffuso è il tipo urd dahl, di colore bianco, ma piuttosto comune è anche il moong dahl verde o la varietà gialla in cui i semi sono più piccoli. Le lenticchie malika masoor sono rosa, e le motth sono marroncine e rotonde. Ci sono poi le masoor dahl, dalla tinta corallina, che sono quelle che ho utilizzato in questa ricetta. Il dahl può essere servito come una specie di purè denso per accompagnare altre preparazioni a base di verdura oppure, aumentando la quantità di acqua, è possibile consumarlo sotto forma di zuppa o vellutata. Se volete ottenere un dahl dal sapore più delicato e profumato, potete sostituire parte del brodo vegetale con latte di cocco, avvicinandovi così alla cucina asiatica.
Questa ricetta la potete trovare nel nuovo libro dell’MTChallenge ,”Crepe is the new black“, edito da Gribaudo, gruppo Feltrinelli, insieme a tantissime altre, in un giro del mondo tra cialde, crespelle, blini, pancake, waffle, e ad un’ampia selezione di burri, sciroppi, curd, confetture, pralinati e creme dolci e salate. Oltre ottanta ricette e tante proposte per crespelle colorate, senza glutine, senza latticini e anche senza padella, illustrate dall’immensa Mai Estive, fotografate da Paolo Picciotto (che tutti ci invidiano e che noi ci teniamo ben stretto!), e corredate dai testi usciti dall’inconfondibile penna di Alessandra Gennaro, ideatrice e fulcro dell’MTChallenge.

Con questo libro sosteniamo, come al solito, i nostri amici di Piazza dei Mestieri che ormai da anni danno un senso ulteriore alle nostre avventure in libreria.

Potete troverlo in tutte le librerie d’Italia, oppure in vendita on line su Amazon o sul sito Feltrinelli.

Besan cheela e dahl di lenticchie rosse dall'India
Autore: 
Tipo di ricetta: Piatti unici
Cucina: Indiana
Tempo di Preparazione: 
Tempo di Cottura: 
Tempo Totale: 
Porzioni: 4 persone
 
Ingredienti
Per il dahl di lenticchie rosse:
  • 200 g di lenticchie rosse
  • 400 ml di brodo vegetale salato
  • 1 cipolla piccola
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 foglie di alloro
  • olio di sesamo (oppure olio extra vergine d'oliva)
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1 cucchiaino di cumino in polvere
  • 1 cucchiaino di peperoncino in polvere
  • 1 cucchiaino di garam masala (curry)
  • coriandolo fresco
Per 6/8 besan cheela:
  • 225 g di farina di ceci
  • 400 ml di acqua
  • 1 piccola cipolla (o uno scalogno) tagliata fine
  • 3 peperoncini verdi
  • 2 cucchiai di coriandolo (o prezzemolo) fresco tritato
  • 2,5 cm di radice di zenzero
  • mezzo cucchiaino di curcuma in polvere
  • mezzo cucchiaino di cumino in polvere
  • un pizzico di peperoncino in polvere (in base ai gusti)
  • una generosa presa di sale fino
  • olio di sesamo per la cottura sulla piastra
Istruzioni
Per il dahl di lenticchie rosse:
  1. In una casseruola fate appassire la cipolla tagliata fine e lo spicchio pelato in poco olio di sesamo (oppure olio extra vergine d'oliva).
  2. Aggiungete le foglie di alloro, la curcuma, il cumino, il peperoncino e il garam masala e fate tostare per pochi minuti.
  3. Eliminate lo spicchio d'aglio, unite poi le lenticchie rosse, coprite con il brodo caldo e proseguite la cottura a fuoco basso fino a quando il liquido non sarà stato assorbito, per circa 30 minuti.
  4. Eliminate le foglie di alloro ed aggiungete, a piacere, del coriandolo fresco tritato.
Per le besan cheela:
  1. In una terrina versate la farina di ceci, aggiungete la cipolla (o lo scalogno), il coriandolo fresco, lo zenzero pelato e grattugiato, i peperoncini privati dei semi e tagliati molto sottili, la curcuma, il cumino, il peperoncino in polvere ed una generosa presa di sale.
  2. Mescolate tutti gli ingredienti, quindi unite l’acqua poco alla volta, stemperando con una frusta, fino ad ottenere una pastella abbastanza liquida, come quella delle crepes.
  3. Scaldate una padella in ghisa o una piastra unta con olio di sesamo, versate un mestolo di pastella, alzate ed inclinate la padella per distribuirla in modo uniforme su tutta la superficie, poi fate cuocere a fiamma vivace fino a doratura su entrambi i lati; i bordi dovranno risultare leggermente croccanti.
  4. Continuate allo stesso modo con il resto della pastella. Servite a piacere con il dahl di lenticchie rosse.

 

Lascia un commento

Vota questa ricetta: