Tajine di vermicelli con sugo speziato di datterini e seppioline su nastri di zucchine gialle con emulsione alla menta

Ancora pasta, e ancora per la sfida n. 48 dell’MTChallenge. Questa seconda proposta è nata per caso, una mattina della scorsa settimana, quando al mercato sono rimasta folgorata da alcune “rarissime” (almeno qui a Parma) zucchine gialle. In fondo di strano non hanno proprio nulla, perché il sapore è identico a quello delle zucchine verdi, e in molti posti è normalissimo poterle acquistare e cucinare, ma era così tanto che le cercavo che è stato amore a prima vista. Il loro bellissimo colore, mi ha fatto pensare alle spezie, quelle spezie che uso spesso e che mi sono arrivate direttamente dal Marocco, regalate da un amico che conosce bene la mia passione, insieme ad un meraviglioso tajine originale in terracotta. Il nome tajine identifica sia questa tipica pentola, che le pietanze che vengono cucinate al suo interno, solitamente a base di pesce, carne e verdure. Da quando mi è stata regalata ho avuto modo di scoprire, e di conoscere più da vicino queste preparazioni, che adoro, e che sono diventate parte integrante del menù di famiglia. Quando mi è venuto in mente di utilizzare il tajine, per preparare la mia versione etnica della pasta col pomodoroproposta da Paola del blog Fairies’ Kitchen, ho subito pensato che fosse una cosa un pò bizzarra, ma poco alla volta le idee mi si sono chiarite, e sono stata travolta dall’euforia della sperimentazione. E se sono qui a scrivere è perché l’esperimento si è rivelato un successo! Per marinare le seppioline ho utilizzato una chermoula, ossia una salsa tipica del Nord Africa, realizzata pestando in un mortaio le spezie, precedentemente tostate, insieme a coriandolo fresco, qualche foglia di menta (mia aggiunta), aglio, olio d’oliva e succo di limone. Un mix incredibile di profumi e di sapori, che ha donato al pesce, e di conseguenza alla sugo di pomodoro nel quale è stato cotto, una marcia in più e un tocco esotico. I vermicelli, che ho scolato dall’acqua in anticipo, hanno terminato la loro cottura all’interno del tajine, ed hanno assorbito tutto il sapore del sugo e delle spezie. Infine non potevano mancare le mie tanto agognate zucchine gialle, che si sono trasformate in delicati nastri, conditi con una fresca emulsione alla menta, e che hanno fatto da letto ai nidi di vermicelli. Con questa seconda ricetta, che profuma di spezie, di menta e di Marocco partecipo alla sfida n. 48 dell’MTChallenge.

banner

Tajine di vermicelli con sugo speziato di pomodoro e seppioline su nastri di zucchine gialle con emulsione alla menta
Autore: 
Tipo di ricetta: Primi
Cucina: Italiana
Tempo di Preparazione: 
Tempo di Cottura: 
Tempo Totale: 
Porzioni: 4 persone
 
Ingredienti
Per i vermicelli con sugo al pomodoro e seppioline:
  • 320 g di vermicelli di grano duro
  • 600 g di pomodori Datterini
  • 500 g di seppioline già pulite
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 stecca di cannella
  • peperoncino in polvere
  • olio extra vergine di oliva
  • sale speziato home made
Per la chermoula (marinatura) delle seppioline:
  • 1 cucchiaio di semi di cumino
  • 1 cucchiaio di paprika dolce
  • 1 cucchiaio di curcuma
  • 1 spicchio d'aglio
  • il succo di mezzo limone
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • qualche foglia di coriandolo fresco
  • ⅘ foglie di menta
Per i nastri di zucchine con emulsione alla menta:
  • 2 zucchine gialle (se non le trovate vanno bene anche quelle verdi)
  • 6 foglie di menta
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • sale marino integrale
  • 1 cucchiaio di succo di limone
Per ultimare:
  • 20 g di mandorle a filetti
  • foglie di menta fresca
Istruzioni
  1. Preparare la chermoula tostando in una padella antiaderente la paprika, i semi di cumino e la curcuma (in modo da far perdere loro l'umidità e sprigionare tutti i sapori), metterli in un mortaio insieme allo spicchio d'aglio pelato, privato del germe interno e schiacciato in uno spremiaglio, alle foglie di coriandolo e a quelle di menta spezzettate con le mani. Iniziare a tritare il tutto utilizzando l'apposito pestello, insistendo per sminuzzare bene le erbe, poi aggiungere a filo l'olio extra vergine di oliva, continuando a mescolare, ed infine il succo di mezzo limone.
  2. Tagliare le seppioline in due o tre parti, metterle in una terrina, versarvi sopra la chermoula, mescolare per distribuirla in maniera uniforme, coprire con della pellicola trasparente e far riposare in frigorifero almeno 1 ora
  3. Mettere sul fuoco la base del tajine, farla scaldare lentamente, poi aggiungere un giro d'olio evo, uno spicchio d'aglio pelato, una stecca di cannella e un pò di peperoncino in polvere, quando l'aglio si sarà colorito eliminarlo. Aggiungere i pomodori tagliati in due o tre parti, coprire con il coperchio a forma di cono e lasciar cuocere per 5 minuti per farli ammorbidire
  4. Togliere il coperchio, eliminare la stecca di cannella e schiacciare leggermente i pomodori con una forchetta, lasciar cuocere qualche minuto a fiamma vivace, quindi aggiungere le seppioline con la loro marinatura, aggiungere una presa di sale (io ho usato un sale speziato home made) e proseguire la cottura senza coperchio per una ventina di minuti
  5. Nel frattempo lavare e mondare le zucchine, poi con un pelaverdure tagliarle nel senso della lunghezza ed ottenere tanti nastri sottili.
  6. Portare ad ebollizione una pentola con 3,5 litri di acqua, tuffarvi i nastri di zucchine per 30 secondi, poi scolarle con una schiumarola, immergerle velocemente in acqua fredda per fermare la cottura, scolarle e tenere da parte
  7. Salare l'acqua in ebollizione di questa stessa pentola e calarvi i vermicelli
  8. Mettere nel boccale di un mixer ad immersione l'olio evo, il succo del limone, un pizzico di sale e le foglie di menta, quindi emulsionare e tritare il tutto. Con questa emulsione condire i nastri di zucchine, tenendone da parte un pò per decorare i piatti
  9. Tostare in una padella i filetti di mandorle, per qualche minuto, facendo attenzione a non farli bruciare e muovendoli spesso
  10. Togliere i vermicelli dall'acqua 4 minuti prima rispetto ai tempi di cottura indicati sulla confezione, scolarli molto bene e versarli nella base del tajine insieme al sugo di pomodoro e seppioline. I vermicelli finiranno di cuocere assorbendo il liquido rilasciato dai pomodori e dal pesce, dopo un paio di minuti di cottura spegnere il fuoco, coprire con il coperchio e lasciar riposare altri due minuti, in modo tale da far amalgamare bene tutti i sapori.
  11. Servire i vermicelli su un letto di nastri di zucchine alla menta, aggiungere le mandorle tostate e decorare con foglie di menta e con gocce di emulsione alla menta

Link utili: sale speziato home made

8 comments

  1. Paola says:

    E questa mescolanza di profumi mi piace tantissimo. Ultimamente mi sto appassionando a queste contaminazioni e ai sapori della cucina orientale, sia essa Nordafricana, indiana o cinese. Insomma una pummarola multietnica che ha i profumi di estati calde 🙂 Grazie per questa nuova proposta.

    • Afrodita says:

      Ciao Paola, sono contenta che il mio sugo speziato ti sia piaciuto! Ogni tanto mi piace anche lasciarmi trasportare dalla cucina etnica, è bello aprirsi alle altre culture attraverso il cibo.

Lascia un commento

Vota questa ricetta: