Cherry pie: la deliziosa torta di ciliegie che arriva dall’America

Risultato finale
Secondo l’American Pie Council, sembrerebbe che le pies arrivarono negli Stati Uniti con i primi coloni ingelsi, i quali le cucinavano in pentole lunghe e strette, chiamate coffins, cioè bare. La cherry pie è una variante della più famosa Apple Pie, in America è considerata un piatto tipico nazionale, tanto che il 20 Febbraio si celebra appunto il Cherry Pie Day, durante il quale, tutti gli amanti di questa torta deliziosa, la mangiano in ogni momento della giornata. Non a caso, qualche giorno dopo, viene festeggiato il President Day, infatti è noto che proprio la cherry pie fosse la preferita di George Washington. Qualunque siano le sue origini, fortunatamente questa torta sublime ha attraversato l’Oceano per arrivare fino a noi, come è successo a tante altre specialità a stelle e strisce. Come accade spesso per molte ricette, anche della cherry pie se ne trovano in giro tante varianti, questa è quella di Martha Stewart, quindi una certezza, con qualche mia piccola modifica. Se riuscirete a non mangiarvi tutte le ciliegie, una dietro l’altra, mentre cercate di snocciolarle, sfornerete una torta difficile ma dimenticare.

Cherry pie, la torta di ciliegie
Autore: 
Tipo di ricetta: Dolci
Cucina: Americana
Tempo di Preparazione: 
Tempo di Cottura: 
Tempo Totale: 
Porzioni: 12 fette
 
Ingredienti
Per la pasta brisée:
  • 330 g di farina di grano tenero tipo 0 debole (W170)
  • 160 g di burro freddo
  • 1 cucchiaino di zucchero semolato
  • 1 pizzico di sale
  • 80/100 ml di acqua ghiacciata
Per il ripieno:
  • 700 g di ciliegie snocciolate (ne serviranno circa 900 g intere)
  • 70 g di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio e ½ di amido di riso
Per ultimare
  • mezzo bicchiere di latte
  • zucchero di canna q.b.
Istruzioni
  1. Setacciare la farina e metterla in un robot da cucina insieme allo zucchero, al sale e al burro freddo di frigorifero tagliato a pezzettini. Azionare il robot a bassa velocità per breve tempo, fino ad ottenere un composto sabbiato.
  2. Aggiungere l'acqua fredda poco alla volta, azionando il robot ad impulsi, quel tanto che basta affinchè l'impasto inizi a stare insieme formando una palla, non deve risultare nè troppo asciutto nè troppo appiccicoso. Regolare quindi la quantità di acqua da aggiungere in base al grado di assorbenza della propria farina, potrebbe servirne meno di 80 ml oppure un pò di più. Avvolgere la pasta brisée nella pellicola trasparente e lasciarla riposare in frigorifero almeno 1 ora, se possibile anche una notte intera.
  3. Togliere il nocciolo e il picciuolo alle ciliegie, lavarle, tagliarle e metà e metterle in una padella con lo zucchero e l'amido di riso. Mescolare e cuocere a fiamma bassa per circa 8/10 minuti, fino a quando il succo prodotto dalle ciliegie inizierà ad addensarsi con l'amido formando uno sciroppo molto denso. Lasciare raffreddare e tenere da parte
  4. Estrarre la pasta brisée dal frigorifero, lasciarla a temperatura ambiente per una ventina di minuti, quindi dividerla in due parti, una più grande e una leggermente più piccola. Stendere la parte più grande su un piano di lavoro infarinato, utilizzando un mattarello, con movimenti delicati e leggeri, ottenendo un cerchio più grande di 4 cm rispetto alla teglia (io ho usato una teglia rotonda di 26 cm di diametro). Arrotolare la pasta sul mattarello e srotolarla sopra alla teglia, poi spingerla leggermente verso il basso per farla aderire alle pareti
  5. Versare nella base della torta le ciliegie con il loro sciroppo, livellandole con il dorso di un cucchiaio
  6. Stendere la seconda parte più piccola di pasta brisée con il mattarello sempre su un piano di lavoro infarinato, formando un cerchio di 1 cm più grande della teglia. Con un tagliabiscotti della forma preferita praticare delle incisioni sulla pasta, oltre a decorare la torta serviranno a fare uscire l'umidità e il vapore interno. Arrotolare il cerchio di pasta brisée sul mattarello e srotolarlo sulla teglia, poi sigillare i bordi rigirandovi sopra il bordo della base a formare un cordoncino. Utilizzare i ritagli di pasta per decorare la torta. Riporre in frigorifero per mezz'ora
  7. Spennellare la superficie della torta con il latte e spolverizzare con zucchero di canna
  8. Cuocere in forno statico preriscaldato a 180° per circa 45 minuti. Se la superficie della torta dovesse prendere colore coprirla con della carta da forno dopo i primi 30 minuti di cottura.
  9. A cottura ultimata estrarre dal forno, lasciare intiepidire quindi togliere dalla teglia e servire in tavola.

Cherry pie la torta di ciliegie

2 comments

Lascia un commento

Vota questa ricetta: